Diario di bordo

Il percorso del progetto MAD raccontato dagli alunni

Il 14 dicembre 2012 abbiamo cominciato un percorso, che oggi trova la sua conclusione. Dapprima, ci hanno illustrato lo scopo del progetto MAD, che è far conoscere a noi ragazzi ed al mondo il territorio ricco di storia di Castel di Iudica ed in particolare il Museo Civico “Prospero Grasso”, attraverso la realizzazione di un sito.

C’è subito sembrata una cosa bella, ma non sapevamo da dove cominciare. Ci hanno rassicurato che ci sarebbero stati con noi professori ed esperti esterni e che, tutti insieme, potevamo riuscirci o che sarebbe almeno valsa la pena tentarci. La professoressa che coordina il progetto ci ripeteva sempre un proverbio africano: “Anche le stelle in cielo cantano insieme”. Avevamo dubbi, ma ci incuriosiva andare avanti.

In tante materie avremmo avuto da imparare:

  • in arte conoscere l’arte greca;
  • in tecnologia conoscere la riduzione in scala e saper fare il rilievo di un edificio;
  • in italiano saper scrivere una cronaca e diverse altre forme di scrittura;
  • in storia approfondire l’argomento “Colonizzazione greca in Sicilia” e altri;
  • in scienze imparare a riconoscere e classificare le rocce del territorio.
  • in lingue imparare a dare semplici info in lingua inglese e francese sul Museo locale.
  • caricare materiali su un sito web

I nostri strumenti variavano in base alla materia: per arte erano matite, gomme, colori, cartoncino, pennarelli; per tecnologia erano rullina metrica, metro rigido, fogli, matite, gomme, squadrette, righe, goniometro; in storia matite, evidenziatori, penne, gomme, fotocopie, computer; per scienze erano campioni di rocce, limoni, martello, coltello, pennello, spazzolina, punta d’acciaio, cartoncino, fogli, penne .

Le principali tappe del nostro viaggio

14 dic 2012
Primo incontro di presentazione del progetto e di due esperti Alberto e Salvo, due esperti che ci avrebbero condotti nel mondo della Comunicazione Web. Siamo in tanti. C’è anche il Preside e la Responsabile della Biblioteca comunale. Insieme alle altre classi del progetto. Tutti insieme nella Biblioteca comunale, che è vicina alla nostra scuola. Visitiamo il Museo Civico, anch’esso vicinissimo.

17 dic 2012
Inizio del laboratorio di Storia… alla scoperta della colonizzazione greca della Sicilia. Divisione in gruppi. Ad ogni gruppo un argomento diverso. E in ogni gruppo ognuno ha un compito.

21 dic 2012
Secondo incontro con gli esperti Web per organizzazione della Redazione Web e distribuzione dei compiti: giornalisti, fotografi, segretari di redazione.

gen/feb 2013
Continua il Laboratorio di Storia e comincia anche quello di Disegno Tecnico per realizzare la pianta del Museo da mettere sul sito. Visite al Museo per rilevare le misure, fare disegni, scattare foto. Delle attività del Laboratorio di Redazione Web fanno anche parte le attività in classe con la prof di Italiano, per capire come si scrivono cronaca, diario di bordo, come si fa un’intervista..pian piano molti professori parlano di MAD…e questo ci fa capire che stiamo lavorando insieme: classi diverse, docenti diversi, anche persone esterne alla scuola. Una novità.

21 feb 2013
Incontro con l’archeologa Michela Ursino della Soprintendenza di Catania in Biblioteca per parlare di “Il Mestiere dell’Archeologo”. Capiamo cosa fa un archeologo e che soprattutto non lo fa da solo. Ci vogliono tante conoscenze per fare uno scavo, servono tante figure professionali. Ce n’è per tutti i gusti: archeologo, fotografo, operaio, etc . E’ un mestiere appassionante ma richiede tanti sacrifici. Si sta spesso in mezzo al fango quando il tempo non è buono. Ci vuole precisione perchè tutto quello che si fa va registrato. Ci parla di cosa fare quando si trova un reperto. Molti di noi pensavano che i reperti trovati appartenessero a chi li trova; soprattutto se venivano ritrovati in un terreno privato. Capiamo invece che, considerato il loro valore unico per ricostruire e documentare la storia, sono un bene pubblico e appartengono allo Stato. Facciamo domande. Ci dice che ci saremmo rivisti a Catania ad una mostra archeologica dove sono esposti anche dei reperti trovati sul nostro Monte.

1 mar 2013
Incontro con l’archeologo Francesco Privitera in Biblioteca. Conosciamo la persona che ha portato alla luce tanti reperti nell’Area Archeologica del Monte Iudica e che ha curato l’allestimento del Museo aperto nel 2008. Ci parla in modo chiaro della “Colonizzazione dell’entroterra siculo” e delle campagne di scavo sul Monte Iudica. Quelle lezioni e ricerche di storia che abbiamo fatto in classe ci aiutano a capire meglio, ma scopriamo davvero tanto altro, soprattutto sulla presenza di popolazioni indigene e greci sul nostro Monte. Commentiamo tante immagini della sua presentazione powerpoint. E tra le foto della campagna di scavo riconosciamo anche un nostro bidello. Ci dice che è stato il più bravo operaio e che è stato proprio lui a trovare la coppa più decorata che è stata trovata. Risponde a tutte le nostre domande con gentilezza.

4 mar 2013
Visita al Museo Archeologico Biscari di Catania, dove Francesco Privitera e Michela Ursino ci illustrano la mostra “Da Evarco a Messalla”. Vediamo tanti oggetti del periodo greco della storia di Katane – il nome greco di Catania. Michela racconta alcuni aneddoti legati al loro ritrovamento. E vediamo anche vetrine con reperti greci trovati nella provincia di Catania. Anche sul Monte Iudica. Dopo la visita, abbiamo fatto un’attività di schedatura dei reperti. Ci ha divisi a coppie e dovevamo scegliere l’oggetto che più ci piaceva e descriverne caratteristiche (nome, uso, luogo del ritrovamento, materiale) fotografarlo e disegnarlo. La parte più divertente. Tutti in giro per il Museo con matite, fogli e macchina fotografica. Tutti partecipano, anche Giuseppe che riceve i complimenti dell’archeologa, perchè quando era venuta a Castel di Iudica per la conferenza aveva disturbato e non voleva seguire.

mar 2013
Continuano il Laboratori di Storia, di Disegno Tecnico,  Redazione Web. Cominciamo a parlare di MAD anche in Scienze, Arte, Francese e Inglese. Alcuni alunni studiano le rocce altri alcuni aspetti della flora locale in scienze; guardiamo i siti di musei internazionali il Louvre di Parigi e il British Museum di Londra, li studiamo, cerchiamo di capire le info principali. In arte riapassiamo un po’ di arte greca studiata lo scorso anno ma ci soffermiamo ad analizzare la ceramica greca.

8 mar 2013
Dobbiamo andare al Monte Iudica, ma piove. Sarà per un altro giorno. Ci sono anche Salvo e Alberto. Con Salvo facciamo le foto al Museo, con Alberto vediamo come funziona il programma WordPress del sito, con la prof. di Arte disegniamo e decoriamo vasi greci di vario tipo e fotografiamo. Salvo fa le foto per creare un tour virtuale a 360 gradi del Museo. Questo lo farà Alberto: è lui l’esperto web!

4 apr 2013
Visita al Monte Iudica. Finalmente una giornata di sole! Abbiamo rinviato ben due volte, ma è uno spettacolo. L’aria è limpida e da lassù si vedono 4/5 della Siclia, dice Carmen della Pro-loco che ci ha guidato sul Monte. C’è anche Francesco Privitera che ci fa vedere tutti i posti dove hanno scavato: tombe di vario tipo, casa dei pithoi. Raccogliamo campioni di rocce da esaminare nel laboratorio di scienze.

11 apr 2013
Visita del Museo Archeologico “Paolo Orsi” di Siracusa dove, tra l’altro, sono conservati alcuni reperti metallici trovati al Monte Iudica. Quelli che hanno trovato quando ancora non c’era il museo. L’archeologa Giuseppina Monterosso ce li spiega, ce li fa fotografare e viene intervistata dai giornalisti

16 apr 2013
Quarto incontro con Salvo e Alberto…una giornata a tutto MAD…a turni tutti in Laboratorio informatico per caricare il materiali di tutti i lavori:  le descrizioni dei laboratori, le foto, il diario di bordo, gli articoli..Tanta confusione. Bella confusione. Password, account, premi questo, premi quello ..Tante cose ci sono. Altre le faremo. Alberto e la prof. ci daranno una mano. Un pensiero corre alla nostra professoressa d’inglese che è infortunata: ha un piede ingessato. Peccato! Si sarebbe divertita moltissimo e ci avrebbe aiutato nell’organizzazione.

Abbiamo raggiunto gli obiettivi posti all’inizio del percorso? Se leggi ora si!

Commenti più frequenti: “abbiamo saltato la lezione”, “molto interessante”, “divertente ed istruttivo”. 🙂 🙂

Gli alunni MAD

 

2 pensieri su “Diario di bordo

  1. Pingback: MAD Museo Archeologico Digitale di Castel di Iudica | Museidigitali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *